#gNeLAB, nuovi giornalismi e uno sguardo… #Oltre

Nell’anno di Expo, che è anche l’anno delle decisioni sul Clima, giornalisti Nell’Erba si lancia in nuove sfide. giornalisti Nell’erba ha dato il via ad un nuovo progetto, #gNeLab, laboratorio di nuovi giornalismi per giovani e  giovanissimi. Il giornalismo tradizionale agonizza, le testate cartacee replicano sul web uno schema destinato a non avere futuro, e nel nostro Paese stentano ancora ad uscir fuori quei nuovi linguaggi che stanno facendo la fortuna di testate straniere più lungimiranti. #gNeLab vuole sperimentare nuovi modi e strumenti per raccontare sul web e sui social. Primo test di laboratorio, quello per intercettare notizie all’interno di un documento tecnico e analitico, difficile per il lettore, quale un bilancio di sostenibilità di una grande azienda, Carlsberg Italia, e renderlo interessante al grande pubblico. La seconda avventura avrà come palcoscenico il Padiglione Italia di Expo2015, dove un team di giovani inviati gNe andrà a caccia di notizie sulla #greenicità, proponendo un giornalismo live, fresco e smart.

Intanto la Rete nazionale di docenti gNe ha realizzato una proposta concreta per fare Cultura Ambientale tramite le tecniche del giornalismo, mentre ancora i ministeri dell’Ambiente e dell’Istruzione stanno “parlando” dell’introduzione dell’educazione ambientale nelle scuole, senza però nel frattempo aver usato neppure una volta per sbaglio la parola “ambiente” ne La Buona Scuola.

gNe va #oltre anche in altri modi. Accade, pure, per esempio, che la partecipazione al progetto possa aprire finestre oltre le sbarre a giovani ergastolani…

Modera Alfredo Macchi, inviato Mediaset

Intervengono:

Paola Bolaffio, direttore gNe

David De Angelis, coordinatore #gNeLab infografica

Giorgia Burzachechi, coordinatore #gNeLab a Pad Ita Expo

Annalisa Persichetti e Giuditta Iantaffi, docenti gNe

Laura Marchini, Corporate Affairs Manager Carlsberg Italia

Michela Salvetti, consulente psicologo carcere

Organizzato in collaborazione con giornalisti Nell’erba

No Comments

Post a Comment